07 giugno 2003

Attentato alla costituzione

Odio? NO! E' solo la ferma volontà di difendere lo stato democratico che è costato la lotta antifascista, l'occupazione nazista, i martiri della resistenza, le fosse ardeatine e tutto il resto.

Per chi non se ne fosse accorto, è in atto in Italia una sistematica distruzione delle basi stesse della nostra democrazia, un impietoso smantellamento della nostra costituzione, una continua e ininterrotta trasformazione della nostra democrazia in una dittatura delle coscienze, condita con le pretese di impunità del peggior capo del governo dal 1943, con la sistematica violazione delle
libertà democratiche (se siete tra quelli che ancora guardano i tg rai sapete di che parlo).

Non possiamo continuare a vedere la distruzione dello stato democratico antifascista e la sua trasformazione in una sorta di incubatica megamediaset con un padrone e cinquanta milioni di obbedianti servi (pardon, dipendenti).

Resistenza? ormai non basta: Non collaborazione con il Male. E con una radicalità (non-violenta) che mostri come l'Italia ha in sè gli anticorpi per distruggere il virus che la sta uccidendo: il berlusconismo.

Nessun commento:

Posta un commento