25 luglio 2003

I barbari


E poi dicono che viviamo nel civile mondo occidnetale, faro di umanità, di democrazia, di civiltà, di cultura, chiamato a illuminare un mondo immerso nelle tenebre...
CAZZATE
Ecco il vero volto degli americani, i guardiani dell'ordine e della democrazia, i paladini della civiltà.
Eccoli lì a mostrare al mondo due cadaveri, restaurati alla meno peggio, ricuciti con spago e fil di ferro per farli assomigliare a ciò che erano da vivi, per esibire la loro vittoria, il loro potere, il loro dominio su un suolo (e un sottosuolo) che non appartiene loro. Che differenza c'è con i barbari che bevevano dal teschio dei nemici uccisi, con le tribù "selvagge" che adornano le capanne con le teste rimpicciolite dei nemici, con i messicani che hanno insegnato agli indiani a togliere lo scalpo alle proprie vittime?.
Eccoli i nuovi barbari, vestiti di verde, che pensano che la democrazia sia un peso inutile e ritengono che l'aver vinto permetta loro qualsiasi abuso. Ecco un barbaro, vestito da ministro, che si inventa un sopruso per interpretare un altro sopruso e blocca le indagini, non solo sul suo boss, ma anche sugli amici e gli amici degli amici del boss. Il messaggio? Sul capoccia non si indaga. Lui è intoccabile, è diverso da tutti gli altri. Voletge forse paragonare il capo dei capi con un bidello, un operaio, un bagnino? Bestemmia!!! Lui è intoccabile e che crepino tutti i giudici. Che si occupino piuttosto degli immigrati, che li arrestino e li stipino senza diritti nei campi di concentramento che la Lega e AN hanno disseminato in tutta italia. Ecco, lì la fame di sangue di queste moderne SS sarà placata.
Buone vacanze, Italia!

Nessun commento:

Posta un commento