26 luglio 2003

La grande democrazia


Beh, c'è ancora qualcuno in giro che crede che gli USA siano una grande democrazia? Semai lo sono stati, da quando, con un evidente colpo di stato, il potere è stato preso da Bush e dai suoi complici, gli Stati Uniti sono diventati il luogo nel quale il diritto viene sistematicamente calpestato.
Tre suore arrestate e condannate solo per aver espresso il loro pacifismo, fanno
impressione, ma ormai la "junta petrolera" di Bush & c. ha sconfianto nel terreno dell'orrore.
E poi tornate a guardare le foto dei figli di Saddam. Ha ragione ben Jelloun quando dice che: "L'orrore è senza parole e senza suoni. Viaggia nell'aria, si posa come un velo di vergogna su quei volti senza espressione: ombre di uomini, di resti umani. Come se dei cani affamati fossero in attesa dietro gli obiettivi per divorare queste carcasse bruciacchiate, che non somigliano più a niente, che sono stati i corpi di ragazzi viziati, che hanno abusato di tutto, del potere e del resto, ma che oggi sono un cumulo di cenere. E questa orrenda cenere è fonte di fierezza e soddisfazione per il presidente dello Stato più potente del mondo. Che tristezza".
Il mondo occidentale rappresentato dagli USA è solo una muta di cani!

Nessun commento:

Posta un commento