09 novembre 2003

Cecenia?

Putin è amico nostro! E' un grande uomo politico! Controlla tutte le televisioni del suo paese, manda in galera gli opositori politici, ha il potere di usare il pugno di ferro contro gli operai in sciopero... che ci frega se in Cecenia ammazza qualche milione di persone: mica ha i baffi, mica si chiama Stalin, non è più comunista e, soprattutto, è uno che capisce gli affari e la loro importanza.
Ammazzi pure qualche milione di ceceni, tanto chi lo sa cos'è la Cecenia, chi lo sa dov'è la Cecenia?
La "morale" del nostro amato presidente del consiglio è mirabolante! Certo, poi i francesi si vergognano di essere europei e di essere presieduti, anche solo per sei mesi, da quest'uomo.
Noi italiani lo abbiamo eletto per cinque anni e ancora siamo in dubbio se rieleggerlo per altri cinque anni.
Per i francesi è una vergogna? per noi è un vanto.
D'altra parte, noi italiani viviamo, all'estero, di stereotipi. Eravamo un popolo di emigranti morti di fame, poi siamo diventati un popolo di fascisti e persecutori, poi, per essere simpatici, siamo diventati un popolo di spaghetti e mandolini, poi, ancora, un popolo di mafiosi, poi un popolo di imprenditori. E oggi? Beh oggi, in tutto il mondo, siamo diventati un popolo di cui ci si deve vergognare. Ecco il frutto di due anni e mezzo di governo nanocalvorecchiuto!!!
Cosa sarà di noi al termine della legislatura? L'unica speranza positiva è che, di qui a quel momento, non esista più un popolo italiano!

Nessun commento:

Posta un commento