16 dicembre 2003

Grazie Presidente!


Sarà che, come dice Pera, che l'Italia non deve più riconoscersi nella propria identità antifascista, sarà che tra ministri che esultano per il fallimento della CIG europea ormai non siamo più sicuri di essere nemmeno un paese civile, figurarsi democratico, sarà che ormai tra una censura e l'altra ci rimane, per fortuna, solo il monoscopio come spazio di libertà democratica, sarà tutto questo ma oggi ci sentiamo un po' meno soli.
Il Presidente Ciampi, che fin qui aveva mostrato fin troppa pavidità nei suoi rapporti col piccolo dittatore, mi ha stupito con un atto di coraggio. Ha tirato fuori i denti e ha detto quello che tutti sapevamo: la legge Gasparri è un attentato alla Costituzione. In un altro paese sarebbe stato normale, da noi è un attto rivoluzionario.
Perciò, GRAZIE PRESIDENTE!

Nessun commento:

Posta un commento