03 ottobre 2004

Quando ci sarà la democrazia...

Finalmente posso dire di essere, almeno parzialmente, d'accordo con il vicepresidente del consiglio dei ministri, il camerata Fini! Pensavo che mai avrei potuto pronunciare simili parole, ma, in effetti, ieri ha detto qualcosa di condivisibile. I nostri soldati se ne andranno dall'Iraq quando ci sarà la democrazia... in Italia, aggiungo io. Cioè quando personaggi come il signor vicepresidente del consiglio torneranno non dico nelle fogne (come in passato si augurava ai "fascisti carogne") ma almeno a svernare sui banchi dell'opposizione senza poter far dano all'Italia, come stanno facendo in qusto momento. Questi "signori", infatti, pur di conservare il potere che hanno conquistato grazie alla immensa stupidità del popolo italiano (che ha, non a caso, osannato a Mussolini, ad Andreotti, a Craxi...), stanno distruggendo la Costituzione repubblicana per fare un piacere a Bossi. Stanno affossando la nostra economia, svendendo il patrimonio accumulato per tanti anni e provando a svendere anche i monumenti artistici e storici, pur di fare cassa, pur di diminuire le tasse dei ricchi, pur di far finta che le tasse siano calate per tutti. Ci hanno portato in una inutile e inumana guerra, ci hanno trasformato in una nazione di assassini di bambini, di terroristi, di invasori, pur di poter dire di essere amici dell'assassino Bush (salvo che poi questo si dimentica sistematicamente di citare il povero Berlusca...)!
Insomma, aspettiamo davvero che torni la democrazia, e speriamo che torni prima che al suo arrivo non trovi altro che macerie!

Nessun commento:

Posta un commento