07 febbraio 2006

non ci sono poteri buoni

Certo bisogna farne di strada
da una ginnastica di obbedienza
fino ad un gesto molto più umano
che ti dia il senso della violenza.
Però bisogna farne altrettanta
per diventare così coglioni
da non riuscire più a capire
che non ci sono poteri buoni.
Fabrizio De Andrè

Nessun commento:

Posta un commento