01 dicembre 2006

Il popolo degli evasori

Domani il popolo degli evasori fiscali scende in piazza per invocare la libertà. Libertà di non pagare le tasse, libertà di non essere controllati dalla Guardia di Finanza, libertà di comprare la pelliccia all'amante e di scaricarla come spesa di rappresentanza, libertà di sfrecciare in Ferrari, tanto la intestano allo studio e la considerano un mezzo di lavoro, libertà di costruire abusivamente, di fottersene dei vincoli urbanistici.
Domani il popolo dell'illegalità impellicciata scende in piazza.
E Fanno bene a scendere in piazza, visto che il "cosiddetto" governo di sinistra, invece di andar giù duro di mazza per far loro pagare, una buona volta, le tasse, continua a cazzeggiare come se fossimo in un paese normale e non nella terra del Bengodi per gli arroganti evasori fiscali che domani scenderanno in piazza.

Nessun commento:

Posta un commento