02 dicembre 2006

L'onestà non paga

C'era chi navigava tra spie, spioni e altri personaggi dalle dubbie doti morali pur di trovare un po' di merda per inzaccherare Prodi, senza curarsi del fato che per trovarla stava costantemente immerso con le mani nella merda stessa.
C'era chi evadeva le tasse, corrompeva i giudici, comprava le sentenze.
C'era che rubava soldi allo stato e li usava per vivere tra puttanone e ville miliardarie.
C'era chi, con la solita scusa della religione, faceva le peggiori porcate.
C'erano e ci sono ancora, e oggi sfilano in piazza.
Davvero, l'onestà non paga!

Nessun commento:

Posta un commento