20 dicembre 2007

Chi è il malato?

Le coppie di fatto vanno aiutate a superare le loro momentanee difficoltà per accompagnarle al matrimonio. Chi ha particolari tendenze sessuali, come gli omosessuali, non va discriminato, ma aiutato con interventi di tipo psicologico e con terapie adeguate.

Elio Sgreccia, vescovo cattolico

Nessun commento:

Posta un commento