07 dicembre 2007

Integralisti

La cattolica Binetti ha votato contro il governo Prodi. Niente da dire, anch'io avrei votato contro questo governo, soprattutto su un provvedimento che, di fatto, apre una porta ai peggiori istinti razzisti del ventre molle nazista del nostro paese. Sulla base di questo provvedimento il prossimo governo di destra estrema (non un governo di destra moderata come questo) potrebbe anche introdurre una legge rispondente alle proposte formulate da qualche esponente della lega: per ogni reato commesso da un immigrato straniero si possono prendere e uccidere dieci stranieri. "Come le SS"!

Tuttavia ciò che mi interessa per ora è il motivo per cui la suddetta cattolica Binetti ha negato la fiducia al suo governo, alla sua maggioranza che, per misteriosi motivi, l'ha portata in parlamento.

La Binetti, infatti, ha negato la fiducia perchè il decreto del governo faceva riferimento a un articolo del Trattato di Amsterdam che la suddetta cattolicissima trova inaccettabile per la sua coscienza.

Cosa dice questo diabolico articolo? Quale terribile contenuto sconvolge la delicata coscienza di questa austera signora? Basta leggere:

«Fatte salve le altre disposizioni del presente trattato e nell'ambito delle competenze da esso conferite alla Comunità, il Consiglio, deliberando all'unanimità su proposta della Commissione e previa consultazione del Parlamento europeo, può prendere i provvedimenti opportuni per combattere le discriminazioni fondate sul sesso, la razza o l'origine etnica, la religione o le convinzioni personali, gli handicap, l'età o le tendenze sessuali» (Trattato di Amsterdam art. 2).

Quindi la Binetti, eletta in un parlamento democratico, esponente di una maggioranza "progressista" e "di sinistra" vorrebbe, semplicemente che si continuasse a discriminare le persone in base al sesso, alla razza o origine etnica, alla religione, alle convinzioni personali, agli handicap, all'età o alla tendenze sessuali.

Capito?

Questi sono i nostri politici, i nostri politici progressisti...

Due considerazioni:

1) ho tifato sinceramente perchè cadesse il governo; meglio un governo onestamente e apertamente fascista e nemico, come un governo Berlusconi, che un falso governo di sinistra che comprende simili personaggi;

2) questo voto dimostra che non si può essere contemporaneamente cattolico e democratico, cattolico e moderno, cattolico e umano. Personaggi come la Binetti dimostrano che la chiesa cattolica attuale ha, semplicemente, imboccato la strada di un integralismo che la porterà nel buio dell'intolleranza e fuori dalla civiltà.

Un possibile commento all'atteggiamento di questi cattolici lo trovi qui.

Nessun commento:

Posta un commento