29 febbraio 2008

Piccoli John Holmes crescono

Tutti, partiti e personaggi politici, si affannano al centro, come mosche sulla cacca, dando vita all'ammucchiata più colossale della storia, facendo impallidire interi scaffali di film pornografici. La politica italiana sembra appunto diventata uno di quei film in cui, per mancanza di fantasia o  per risparmiare sugli attori, si passa da una scena all'altra, fingendo di cambiare tema ma, sostanzialmente, con gli stessi attori che fanno le stesse cose in un orgasmo di noia mortale. Il massimo dell'evasione, in questi casi, è il frequente, vorticoso, scambio di partner sessuali.

Certo, anche in questo campo ci sono i virtuosi, quelli che eccellono e si alzano una spanna al di sopra degli altri... il John Holmes della situazione, tanto per capirci. Il mito, naturalmente, è Mastella, l'uomo capace di passare indifferentemente da un'alcova (politica) all'altra, mantenendo inalterato il medesimo livello di potenza (o potere?).

Ma ci sono anche altri, come dire, piccoli Mastella che crescono.

Uno, per esempio, è venuto alla luce in questi giorni. Il sindaco di Agrigento, capace in meno di due anni di passare dal letto dell'UDC a quello del centrosinistra, per approdare infine (?) all'accogliente talamo berlusconiano. Qualcuno sostiene che si tratta di una crisi mistica, una visione, un angelo (o un Angelino...) che gli è apparso in sogno indicandogli, dopo tanti ondeggiamenti, la giusta via per trovare il Signore o il suo Unto. Io, che non ho queste tensioni mistiche, penso che si tratti di una semplice propensione alla promiscuità. D'altra parte la nostra specie è nata come specie poliandrica e poliginica e solo di recente siamo stati costretti a "convertirci" alla monogamia. I nostri politici, con le ammucchiate al centro e con i loro frequenti cambiamenti di partner, stanno semplicemente precorrendo una involuzione verso comportamenti ancestrali.

 

p.s.  Ho letto abbastanza per sapere che il concetto di involuzione è quantomeno discutibile, ma mi si perdonerà la licenza scientifica...

Nessun commento:

Posta un commento