08 maggio 2008

Il migliore dei mondi possibili

Finalmente abbiamo un governo; finalmente abbiamo un governo con una maggioranza ampia; finalmente abbiamo un governo con una maggioranza ampia e omogenea; finalmente abbiamo un governo con una maggioranza ampia e omogenea e quindi democraticamente legittimato; finalmente abbiamo un governo ccon una maggioranza ampia e omogenea e quindi democraticamente legittimato che realizzerà il suo programma, quel programma che gli elettori hanno democraticamente approvato...

Inutile, il mantra che mi sono imposto non mi consola nè mi rassicura. Anzi...

Un primo effetto il quarto governo Berlusconi lo ha già ottenuto: mi ha convinto che la democrazia non funziona. Solo una democrazia disfunzionale si può permettere per tre volte di eleggere un parlamento in cui ex (non troppo) fascisti, razzisti dichiarati, pregiudicati e mafiosi, insieme assumano il potere guidati da un uomo che si porta dietro il più colossale conflitto di interessi della storia.

Ma anche questo è un mantra. E non voglio continuare a ripeterlo. Piuttosto, questo governo mi ha fatto una strana impressione. Mi pare che si tratti di un governo di livello democratico e umano estremamente basso. Molti ministri sono lì solo perchè in vita loro non hanno mai detto "no" al capo e per la loro viscida obbedienza sono stati premiati. Alcuni ministri sono lì solo perchè sono presenti in politica da così tanto tempo che non si potrebbe fare a meno di loro se non altro perchè si pensa che portino fortuna. Altri ministri sono delle pericolose incognite. Chissà cosa farà un La Russa con le armi in mano, chissà cosa ne capirà un avvocato che ha quasi sempre fatto politica con la scuola pubblica, chissà cosa farà un Maroni con la possibilità di mandare la polizia a picchiare chi gli sta antipatico... e protremmo continuare.

Ma la mia vera angoscia è un'altra. Ho come l'impressione che la stanchezza degli italiani rispetto alla politica, che la delusione rispetto alle aspettative si sia tradotta in una delega in bianco a questi personaggi. Hanno affidato loro il paese dicendo: fatene quello che vi pare, purchè per cinque anni non sentiamo più parlare di politica e politici. Ecco la mia impressione, che questo governo godrà di un lungo periodo di tranquillità senza essere disturbato da nessuno, senza una vera opposizione. E alla fine non so cosa ci ritroveremo in mano ma, di qualunque cosa si tratterà, non riusciremo più a chiamarla democrazia.

Nessun commento:

Posta un commento