24 giugno 2008

Lo stato o la Libertà

Immagine di La libertà degli uguali La rivolta contro lo Stato è molto più facile perchè nella natura stessa dello Stato c'è qualcosa che provoca la rivolta. Lo Stato è l'autorità, la forza, l'ostentazione della forza e l'infatuazione per essa. Lo Stato non tenta di persuadere, di convertire, e tutte le volte che lo fa opera con estrema mala grazia; non è infatti nella sua natura il persuadere, bensì l'imporre, il costringere. Sebbene tenti di mascherare questa sua natura dietro la violazione legale della volontà degli uomini, esso è pur sempre la negazione permanente della loro libertà. Persino nell'imporre il bene lo Stato è nocivo e corruttore proprio perché opera un'imposizione, e tutte le imposizioni provocano la legittima rivolta della libertà. Nel momento stesso in cui è imposto, dal punto di vista della vera morale, della morale umana, non certo di quella divina, dal punto di vista del rispetto umano e della libertà, il bene si trasforma in male. La libertà, l'etica e la dignità umane consistono appunto nel fatto che l'uomo opera il bene non perchè gli venga imposto, ma solo perchè lo vuole e lo ama.

Michail Bakunin

Nessun commento:

Posta un commento