08 luglio 2008

Il paese proibito

forbiddenplanetLa politica della paura, lo sfruttamento cinico di un senso di insicurezza montato ad arte da un universo di media asserviti al potere, ha liberato i mostri latenti nel subconscio di questo paese post-qualunquista.

Gli incidenti stradali si trasformano in incitamento al linciaggio (specie se un non italiano è coinvolto), una donna con problemi mentali provoca richieste di sfratto subito soddisfatte da funzionari comunali solerti in modo sospetto, una grande maggioranza di italiani si dichiara favorevole alla schedatura dei bambini tramite impronte digitali (tanto sono rom...).

Come in quel vecchio film di fantascienza il mostruoso subconscio di questo paese corre libero per le nostre strade e si prepara a uccidere. Ha già ucciso il buon senso, sta uccidendo la pietà, si prepara a uccidere anche esseri umani (tanto non sono italiani...)

Nessun commento:

Posta un commento