13 agosto 2008

Dubbi di ferragosto

Ma ora che anche Famiglia Cristiana dice che in questo paese sta tornando prepotentemente di moda il fascismo, noi che lo diciamo già da qualche tempo dobbiamo sentirci reclutati tra i "moderati"?

E quando, tra qualche mese, il governo che sta riportando il fascismo cercherà di mettere le mani sulla costituzione per "riformarla" (cioè buttarla nel cesso), che cosa farà questo paese? Continuerà a lamentarsi del prezzo della benzina?

E quando le leggi assassine sull'emigrazione avranno fatto non centinaia ma migliaia di vittime, cosa faremo noi figli di emigranti? Invocheremo le camere a gas per gli stranieri?

E quando ci avranno tolto la sanità, la scuola, la sicurezza del lavoro, la libertà di stampa, la libertà di pensiero e avranno trasformato l'Italia in una dittatura, da chi andranno a piangere i coglioni che hanno votato per ottenere tutto questo? Da Emilio Fede?

3 commenti:

  1. Ma no :-) vedrai che per allora Fede risulterà troppo "liberal"

    RispondiElimina
  2. Temo che dovremo accontentarci della Gregoraci, che nel frattempo sarà diventata direttore dei tiggì unificati.

    RispondiElimina
  3. Il Vaticano prende le distanze da Famiglia cristiana ed io mi auguro che più cristiani si distacchino dal Vaticano .-(

    RispondiElimina