23 agosto 2008

Il lavoro rende liberi

La geniale soluzione prospettata dal sindaco di Lampedusa, onde evitare che gli ospiti del cpt dell'isola possano fuggire, cioè recintare il campo con filo spinato e pattugliarlo con vigilantes, non è nuova nell'ambito della storia europea dei rimedi per infondere sicurezza al popolo e ai turisti.
Già altri illustri uomini politici hanno proposto soluzioni di tal genere.
Per assicurare il successo di tale iniziativa le misure di sicurezza potrebbero essere ulteriormente migliorate.
Alcuni suggerimenti:
  • doppia cinta di sicurezza costruita con cavalletti di frisia, possibilmente elettrificati;
  • pattuglie armate tra il campo e la prima cinta, tra le due cinte e all'esterno della seconda cinta, munite di cani (possibilmente pastori tedeschi) e armate con mitragliette;
  • torrette di osservazione poste a cinquanta metri l'una dall'altra, munite con potenti riflettori per illuminare tutto il campo e inquadrare eventuali fuggitivi facilitando il compito alle pattuglie;
  • appello e contrappello degli "ospiti" del campo tre volte al giorno, convocandoli nel cortile e urlando ad alta voce il loro nome, possibilmente con forte accento bavarese;
  • tatuaggio di un numero di matricola sul braccio, per facilitare il riconoscimento e impedire sostituzioni tra detenuti;
  • utilizzo degli "ospiti" in attività lavorative, allo scopo di impedire loro di annoiarsi, il campo potrebbe essere dotato di un opportuno slogan motivante, del tipo "il lavoro rende liberi";
  • periodiche visite mediche per individuare eventuali soggetti ammalati e destinare questi ultimi a una adeguata soluzione finale.

3 commenti:

  1. Noi ci scherziamo su...ma presto se non li fermiamo lo faranno veramente!

    http://iltestamentodiunbuffone.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Troppe spese, vedrai che i Tremonti o i Brunetta di turno salteranno gran parte dei tuoi suggerimenti per arrivare immediatamente all'ultimo :-(

    RispondiElimina