17 agosto 2008

La scuola è inutile (almeno per qualcuno)

Umberto Bossi, tra le tante irrefrenabili esternazioni che dispensa alle sue truppe, ogni tanto infila anche la scuola. Al popolo leghista, costretto a ingurgitare l'amara medicina dell'ennesimo governo che farà gli interessi di Berlusconi e che lo prenderà per le terga a proposito del federalismo (che a sua volta sostituisce la secessione alla quale credono ormai solo i leghisti con l'anello al naso), Bossi ammannisce parole battagliere e frasi roboanti, da vero rodomonte parolaio, da onanista della promessa elettorale.

Il bersaglio odierno è la scuola. Bossi ai leghisti ha detto che la scuola dovrebbe essere pesantemente tagliata se non del tutto eliminata. Infatti Bossi vorrebbe colpire soprattutto la scuola primaria che è la parte più sana della scuola italiana.

L'argomento decisivo, che consiglio al ministro, potrebbe essere più o meno di questo tenore: popolo leghista, noi siamo quel che siamo senza aver avuto mai bisogno di andare a scuola, ergo la scuola è inutile, eliminiamola!

Chi saprebbe contraddire simili argomentazioni?

2 commenti:

  1. Bossi,è un emerito ignorante le sue esternaioni fanno ridere o piangere dal ridere purtroppo gli altri partiti non hanno saputo conquistare l'elettorato perchè afidato ad uomini vecchi che oramai in politica hanno fatto il loro tempo ma non l'hanno capito Casini,Fini,Bertinotti,D'Alema,Veltroni ecc sono uomini ormai non piu' credibili

    RispondiElimina
  2. Io ho una precisa opinione su questo argomento. Invito a leggere questo articolo; il link è:

    http://www.pasqualemarinelli.890m.com/index.php?subaction=showcomments&id=1215175855&archive=&start_from=&ucat=2&

    RispondiElimina