06 agosto 2008

Più del fascismo

Il terzo Governo Berlusconi rappresenta senza ombra di dubbio il punto più basso nella storia d’Italia dall’Unità in poi.
Più del fascismo? Inclino a pensarlo. Il fascismo, con tutta la sua negatività, costituì il tentativo di sostituire a un sistema in aperta crisi, quello liberale, un sistema completamente diverso, quello totalitario. Pochi oggi possono consentire con la natura e gli obbiettivi di quel tentativo; nessuno, però, potrebbe contestarne la radicalità e persino, dentro un certo assai circoscritto ambito di valori, le buone intenzioni. Berlusconi invece non è che il prodotto finale e consequenziale di una lunga decadenza, quella del sistema liberaldemocratico, cui nessuno per trent’anni ha saputo offrire uno sbocco politico-istituzionale in positivo: è il figlio naturale del craxismo; è il figlio naturale dell’affarismo democristiano ultima stagione (ben altri titoli d’onore si possono inscrivere nel blasone storico della Dc); è il figlio naturale dell’incapacità dimostrata nella politica in questo paese di rappresentare gli «interessi generali» e non quelli, inevitabilmente affaristici, anche quando non personalmente lucrativi, di piccoli gruppi autoreferenziali, che pensano solo a se stessi.
Berlusconi, dunque, prima che essere fattore di corruzione, nasce da una lunga, insistita, fortunata pratica della corruzione: rappresenta fedelmente la decadenza crescente del pianeta Italia; per forza di cose non sa che governare attraverso la corruzione: la diffonde spontaneamente intorno a sé; crea un vergognoso sistema giuridico per difendersi quando sia stato colto in passato con le mani nel sacco e per continuare a farlo impunemente; modella l’Italia secondo il suo sistema di valori e, man mano che l’Italia degrada, ne viene alimentato.


Alberto Asor Rosa, Il Manifesto del 6 agosto 2008

2 commenti:

  1. Più fascista del fascismo.Lo stesso mussolini ammise l'impossibilità di plasmare gli italiani sul modello dell'uomo fascista cosa che invece è riuscita a berlusconi,modellare il popolo italiano col suo populismo e qualunquismo tutto
    tette culi,disinformazione fatta di tante parole senza contenuti.Avanti noi popolo bue contento e "mazziato"a fine mese ci mangeremo un po' di lodo alfano,un po' di sicurezza,un po' di nuove leggi in difesa dei potenti,con il portafogli vuoto ma con la certezza che se ce l'hanno fatta dei cretini come loro prima o poi ce la faremo anche noi,questa è la vera democrazia.

    RispondiElimina
  2. MONARCHIA ASSOLUTA
    OPERATA DA UN NARCISISTA

    RispondiElimina