30 settembre 2008

Infedeli

Ieri sera ho visto la trasmissione di Gad Lerner, una delle poche isole di libera informazione rimaste. Ma ieri sera è stato, per me, uno spettacolo aberrante. Incontro difficoltà a trovare le parole giuste. Sconcerto? Disgusto? Orrore? Vergogna? Paura?
Ho sentito due esponenti della banda che governa questo paese fare delle affermazioni che definire incivili sarebbe un complimento.
Borghezio non riusciva a distinguere tra la pratica democratica e i diritti che precedono qualsivoglia forma di organizzazione politica. Sottoporre la libertà di praticare pubblicamente una religione a un "referendum" equivale a dire che i diritti fondamentali dell'uomo sono negoziabili, che dipendono da un voto di maggioranza. Evidentemente Borghezio ignora, semplicemente, cosa sia la democrazia. Un sistema che sta a valle e non a monte delle libertà e dei diritti basilari che sono "inalienabili" per usare un termine orribile ma significativo. L'aver vinto una elezione o un referendum non mette i miei diritti in mano a nessuno, figuriamoci a un tipo come Borghezio e ai suoi elettori che sono come lui, se non peggio.
La "assessora" Donazzan, vorrebbe rendere obbligatorio lo studio della religione cattolica nelle scuole venete. Qui siamo al di là dello spirito antidemocratico, si tratta di un atteggiamento confessionale, integralista, assolutista. Confondere la civiltà italiana con la religione cattolica significa ignorare secoli di civiltà, secoli di lotte, secoli di sofferenze e vittime. Significa essere privi della più elementare cultura storica, oltre che della semplice capacità di "leggere i segni dei tempi" per usare una locuzione che, da cattolica integralista, la "assessora" probabilmente aborrisce. Per non parlare, poi, della immancabile citazione del povero Benedetto Croce, citazione fatta sempre a sproposito da gente che, evidentemente, non si è mai preoccupata di leggere ciò che Croce ha effettivamente scritto.

1 commento:

  1. Che ti aspetti da una che di Croce è riuscita a storpiare alla grande il titolo del testo che voleva citare.. da "Perchè non possiamo non dirci cristiani" a "Perchè possiamo dirci italiani..." Tristezza

    RispondiElimina