17 settembre 2008

L'uragano Mariastella

I meteorologi sono mobilitati per studiare un fenomeno di nuova generazione che finora non era mai stato ossevato in natura. Si tratta del primo esempio di uragano selettivo. L'uragano Mariastella si abbatterà con violenza distruttrice sulle scuole, farà fuori solo gli alunni, gli insegnanti e i bidelli risparmiando tutti gli altri. L'uragano, in questi giorni, sta manifestando i suoi effetti deleteri, anche se qualcuno, tra i governanti, plaude alle devastazioni provocate dall'uragano, poichè dopo la distruzione si potrà procedere alla ricostruzione, naturalmente a opera di privati di buona volontà, probabilmente gli stessi che si sono offerti generosamente per salvare l'Alitalia.
L'uragano ha già cominciato a fare le sue vittime. Molti maestri precari, dopo anni di onesto (e sottopagato) lavoro sono rimasti senza incarico, molte scuole hanno cominciato a far ricorso ai privati per coprire i buchi, molte famiglie cominciano a fare i conti con la difficoltà di dover trovare una "sistemazione" ai bambini, anche perché negli anni '50, che costituiscono il modello culturale dell'uragano Mariastella, le donne stavano a casa a fare le casalinghe. Oggi moltissime donne lavorano e quindi i bambini non hanno con chi stare. Certo, la vera famiglia cristiana prevede una moglie sottomessa, casalinga e pronta a soddisfare le voglie del marito, (non lo fo per piacer mio...) ma il ritorno a questo modello sociale è rimandato alla prossima legislatura berlusconiana.

Dossier LegAmbiente sulla scuola

1 commento:

  1. come ogni uragano che si rispetti continuerà a mietere vittime e fare danni senza preoccuparsi di chi ci lascerà le penne e di quanto costerà, nell'immediato futuro, cercare di porre rimedio a questa furia distruttrice! :-(

    RispondiElimina