29 settembre 2008

Ma la scuola no!

Il governo sta distruggendo la giustizia (già terremotata), sta decomponendo l'informazione, sta svendendo il patrimonio culturale, sta danneggiando il tessuto sociale dell'Italia... poco male. In fondo ce lo meritiamo, in fondo abbiamo votato per questa banda di predoni e nulla di quello che ci capiterà potremo dire di non essercelo meritato. Ma la scuola no!
C'è un motivo per difendere la scuola, il motivo è che i bambini non hanno votato per loro, non hanno votato per lui: non hanno colpa di questo disastro. E poiché rifiuto l'idea che le colpe dei padri debbano ricadere sui figli, sono convinto che Berlusconi & soci abbiano il pieno diritto di riempire di cacca le nostre vite, ma non debbano toccare la scuola, perchè la scuola è dei bambini e dei ragazzi e loro non hanno nessuna colpa.
Difendere la scuola dalla vergognosa e immotivata sequela di tagli inventata da Tremonti e sottoscritta dalla ministra dell'istruzzione è l'unica cosa etica che si possa fare, difendendo gli unici che in questo verminaio chiamato Italia non hanno alcuna colpa!

Nessun commento:

Posta un commento