23 settembre 2008

Per andare dove dobbiamo andare per dove dobbiamo andare?

Un giornale che ha per nome una perfetta antifrasi ("Libero"), strillava oggi in prima pagina lo "scandalo" di un paese che ha più bidelli che carabinieri.
Embè? Che ci vedete di strano? Mi par giusto che, in un paese civile, ci siano più bidelli che carabinieri, più insegnanti che militari, più bibliotecari che agenti penitenziari! O volete trasformare l'Italia in una caserma? oppure volete che diventi un lager?
Questa riflessione, questa constatazione di una disumanità crescente in questo paese, la semplice osservazione di una destra che in nome della libertà sta soffocando la civiltà e la decenza in Italia, mi porta sempre più a dubitare che ci possa essere un futuro davanti a noi. Semplicemente sta trionfando una cultura oppressiva, repressiva e violenta. Poco fa sentivo la notizia di altri 500 militari spediti in Campania a controllare l'ordine pubblico e mi sorgeva la domanda: non sarebbe meglio mandare 500 insegnanti (e qualche bidello)?

1 commento:

  1. Caro blogger e cari visitatori ho avanzato richiesta della modifica della carta Kilombo.Per saperne di più

    http://sinistradelfia.blogspot.com/2007/09/richiesta-di-modifica-della-carta-di.html

    RispondiElimina