02 ottobre 2008

Occhio!

Gli italiani non sono razzisti. Certo!
Picchiare qualche "negro" o sprangarlo fino a farlo morire, cacciare i nomadi dai campi perchè "rubano e fanno diminuire il valore delle case", impedire ai musulmani di praticare dignitosamente i loro culti e bloccare la costruzione di moschee, trattare un lavoratore straniero da schiavo pagandolo un terzo o un quarto del dovuto, pretendere di obbligare tutti a studiare il catechismo a scuola "perchè devono imparare la religione del nostro paese", sbattere per terra una prostituta e trattarla peggio che una bestia, togliere i bambini da una scuola perchè li hanno messi in classe con dei cinesi o dei marocchini, urlare nelle orecchie di tutti quanto siano "sporchi" tutti i "negri", beh, tutte queste non sono mica manifestazioni di razzismo. Sono una espressione onestamente popolare del disagio provato dagli "onesti" italiani di fronte a tutti questi stranieri.
Se accade qualche "isolato" episodio di razzismo, beh la colpa si sa di chi è. La colpa è dei clandestini che sono troppi, sono ladri, sono sporchi, sono diversi e non si adattano.
Mica volete dar la colpa a chi da anni e anni predica e comizia contro gli stranieri? Mica volete dire che la lega ha diffuso razzismo a piene mani? Mica volete dire che c'è un'anima nera nella imbellettata destra italiana che è più nazista che fascista? Mica volete dire che i giornali e le televisioni di "qualcuno" per anni hanno seminato paura e diffidenza solo per far vincere a "qualcuno" le elezioni?
NOOOOOOO! Non siamo noi a essere razzisti, sono loro che sono negri!

Nessun commento:

Posta un commento