16 dicembre 2008

"Coglione"

Una amabile ed educata signora ha sentito, ieri, il bisogno di scrivermi per darmi del "coglione" a causa di qualche mio post che l'ha convinta che io sia a caccia di proseliti per spodestare il sovrano Berlusconi.
Si tranquillizzi la nonnina, non ho né la voglia né la stoffa per essere il novello Gaetano Bresci e, d'altra parte, diventa sempre più difficile, per me, andare d'accordo con me stesso, figurarsi fare il capo-popolo.
Piuttosto questa lettera mi ha colpito per un altro motivo. Se una signora di una certa età sente il bisogno impellente di scrivere a un perfetto sconosciuto per dargli del "coglione", allora questo paese è giunto davvero al fondo del fondo. Se l'odio e il furore ideologico non risparmiano nemmeno le nonnine, allora il ciclo vitale della nostra cultura è decisamente finito. Se quel solo clamare in deserto che è il mio blog suscita simili reazioni, allora è vero che non abbiamo più speranze. Finora mi ero illuso che Berlusconi fosse peggio dei suoi elettori e che questi fossero solo vittime di un inganno. Questa signora è riuscita a convincermi che Berlusconi è migliore dei suoi elettori e questo fatto, onestamente, mi avvilisce.

12 commenti:

  1. adesso non esageriamo: Berlusconi ha reso i suoi elettori simili a sé, tutto qua. L'avresti potuto fare anche tu, con tutta quella stampa asservita a libro paga.

    RispondiElimina
  2. odio e furore ideologico?..
    da che parte?
    da che pulpiti...lol.

    RispondiElimina
  3. Ma perchè tutti i "commentatori" di destra sono anonimi? Vergogna? Pudore? Abitudine al mondo dei servizi segreti? Probabilmente coscienza di non saper leggere un testo in italiano interpretandolo correttamente. Da che parte hai letto che l'odio e il furore stanno da una sola parte? Ma tanto chiedere a un anonimo è come chiedere a nessuno!

    RispondiElimina
  4. c'è gente che lo farebbe, ma non è certo il prof Di Benedetto.... Mi tormenta solo in fatto che un membro della p2 sia il capo del paese e per fortuna che dopo la scoperta di questa loggia era stato provìclamato che nessun suo appartenete doveva ricoprire caiche importanti...ecco cosa mi avvilisce e suscita in me impotenza, rabbia, tristezza non che depressione... e il gioco è fatto, anch'io pedina del sistema...Saluti prof by Gaetano

    RispondiElimina
  5. solo una piccola provocazione, che come risultato ottiene delle ben poco celate offese..lavati dalla rabbia ..offusca menti e pensieri. L'italiano penso di conoscerlo, e non leggo solamente , ma vado o meglio cerco di farlo, sempre oltre..puoi dire di fare altrettanto?..o la tua arroganza ideologica ti costringe a denigrare sempre e comunque?..
    saluti

    RispondiElimina
  6. aggiungo..la stessa vergogna e pudore che mi attribuisci, che si dovrebbe provare a incappucciarsi o nascondersi dietro una sciarpa per scontrarsi con gli sbirri che odiate tanto?..
    meno odio..più dialogo.

    RispondiElimina
  7. Sempre anonimo resti... facile pontificare senza metterci la faccia né il nome.

    RispondiElimina
  8. la faccia e il nome non ti direbbero assolutamente nulla..ho trovato questo blog sbirciano in altri lidi. Mi piace come scrivi..non tutto quello che scrivi. Sono un nessuno, un pò stanco di sentirsi denigrato per il voto che ha dato a nanusconi. Ma pensi veramente che 6 italiani su 10 siano deficenti per quel voto..o arrivi a pensare che se non lo hanno dato a sinistra qualche motivazione "vera" possa esserci...
    hai visto l'ora del commento di stamani?..bene guarda quella di questo ultimo..da allora ad ora nel mezzo solo lavoro..come cinque mattine su sette...sono un artigiano, quattro figli e moglie a carico..perchè non riesco a fidarmi delle sinistre, aiutami a capire..troppo semplicistico denigrare..noi poveri coglionazzi che non ci "facciamo" piacere la sinistra italiana.
    un saluto
    Paolo

    RispondiElimina
  9. anonimamente penso sinceramente che 6 italiani su dieci siano deficienti per quel voto.

    non mi firmo caro Paolo perchè il mio nome non ti direbbe niente.

    RispondiElimina
  10. ...grande commento..
    una chiara visione sul come "educare" politicamente chi non la pensa come te.
    un vero esempio di intelligenza e apertura al dialogo.
    grazie
    Paolo

    RispondiElimina
  11. Caro Paolo, io non dico che chi ha votato a destra sia deficiente, però mi concederai di pensare che coloro che hanno votato Berlusconi hanno sbagliato o si sono fatti ingannare. A dire il vero io penso che abbiano sbagliato anche coloro che hanno votato PD/Di Pietro/Arcobaleno. Avrai capito che per il mio punto di vista hanno sbagliato tutti coloro che hanno votato.
    Se il non amare la "sinistra" italiana è sintomo di essere coglionazzi, allora sono un coglionazzo. Tuttavia, penso che tra i due mali, Berlusconi sia il male peggiore, per i motivi che vado dicendo a ogni pie' sospinto.
    Il problema, caro Paolo, non è il fidarsi o il non fidarsi, il problema è un potere "trasversale" (orribile parola) dotato di un enorme potere corruttivo che ha reso la società italiana peggiore di quanto non fosse.

    RispondiElimina
  12. in effetti sentirsi rappresentati da questa classe politica sminuisce anche il mio amor proprio...credimi.
    hai guadagnato sicuramente un lettore in più.
    un saluto
    Paolo

    RispondiElimina