14 dicembre 2008

Robin tax o Superciuk tax?

Le tasse comunali a Raffadali si pagheranno in modo progressivo in base al reddito familiare. In modo "inversamente" progressivo, a quanto pare.
La scorsa settimana è stata annunciata la nascita della "save card" cioè dell'iniziativa del comune di Raffadali destinata a far risparmiare i cittadini sul pagamento delle tasse come la TARSU o il canone idrico. Vengono annunciate altre misure, ma la "save card" è senza dubbio l'iniziativa più consistente.
Lodevole iniziativa! Tuttavia, a ben riflettere, la "save card" lega il risparmio al consumo, cioè permette un maggior risparmio a chi consuma di più e, quindi, a chi può spendere di più.
In pratica la famiglia con un reddito di 4000 euro al mese, che spende 2000 euro al mese in beni di consumo nei negozi convenzionati avrebbe un risparmio dieci volte superiore rispetto alla famiglia con un reddito di 800 euro al mese che può spendere solo 200 euro mensili in beni di consumo.
Oltretutto, ragionando in modo grossolano, chi compra più merci al supermercato in genere produce più spazzatura. Con la "save card" si otterrebbe il paradossale effetto che chi produce più spazzatura paga meno di TARSU...
Spero di essere smentito e di aver torto marcio; se così non fosse, questa curiosa iniziativa che premia i ricchi e fa pagare di più i poveri, non saprei davvero come definirla, se non iniqua. Chissà quanto ne vanno fieri i nostri amministratori!

P.S. Non avevo riflettuto sul fatto che Superciuk, il supereroe che rubava ai poveri per dare ai ricchi, di mestiere era uno spazzino che odiava i poveri proprio perchè sporcavano la città, quindi involontariamente ho creato un corto circuito... vabbé!

1 commento: