09 dicembre 2008

Stato di m...

Che questa destra fosse clericale e codina lo sapevo, che la "sinistra" fosse baciapile e impaurita dallo strapotere della chiesa lo sospettavo, che tutti gli uomini di potere italiani siano consapevoli del formidabile strumento di dominio delle coscienze e controllo dei voti costituito dalla chiesa cattolica è cosa evidente a tutti.
Che la chiesa cattolica approfitti dell'ignavia e della mediocrità dei politici italiani per aumentare il suo potere, la sua ricchezza, i suoi privilegi e l'impunità dei suoi membri, anche di quelli colpevoli dei delitti più disgustosi, è normale, visto il livello di moralità dell'istituzione.
Che l'Italia sia nient'altro che una succursale dello Stato della chiesa è noto da tempo.
Che la scuola cattolica sia il grimaldello usato per confessionalizzare ulteriormente lo stato e sottometterlo al dominio disumano vaticano è ormai palese.
Stupisce solo, nella stomachevole vicenda del "pentimento" del ministro Tremonti sulla via dei forzieri vaticani, che nessuno abbia pensato, semplicemente, di chiudere la scuola pubblica, di eliminare la Costituzione, di sospendere le libertà.
Adottiamo il Sillabo come carta fondamentale e appecoroniamoci tutti in garrula adorazione del bianco sovrano di questo stato di m...

1 commento:

  1. Buonasera. Trovo che quello che scrive sposa un po' le mie idee. Ma vorrei soffermarmi su un punto. Ecco:
    Sì, l'Italia è sicuramente quello che dice lei, "una succursale dello Stato della chiesa". Ma non si chiede mai perchè non faccia niente per arrestare l'avanzata islamica? Perchè la chiesa non si pronuncia mai su "questo delicato tasto"? C'ha provato il "nostro caro Benedetto", ma l'hanno zittito. Ha dovuto presentare le sue scuse. Il potere fa lo stesso: sceglie di non pronunciarsi, a volte emana un mini-decreto, mai rispettato. Ma niente. Cosa ne pensa?
    Come avrà capito il suddetto tema mi interessa particolarmente. E spero in una sua risposta.

    Un alunno dell'Empedocle.

    RispondiElimina