23 gennaio 2009

Tutti contenti

Tutti contenti.
Contenta la destra al potere, contenti i loro padroni di confindustria, contenti i servi chiamati eufemisticamente sindacati, scontenta ancora per poco la CGIL che prima o poi si adeguerà... tutti contenti e felici si sono abbracciati, si sono dati pacche sul sedere, hanno mangiato con soddisfazione, hanno bevuto con voluttà fin quasi all'ebbrezza e sono usciti cantando canzoni d'osteria mano nella mano.
Che c'è da essere felici? Semplice hanno trovato un accordo per allungare i tempi di rinnovo dei contratti, per legare l'aumento di salario a un fattore ancora più incontrollabile e fasullo della già fasulla "inflazione programmata", hanno regalato miliardi di euro alla confindustria. Vuoi che non siano tutti contenti? Ai sindacalisti avranno lanciato qualche osso dal tavolo e i cagnolini si sono avventati per mangiarseli alla faccia dei lavoratori.
E i lavoratori? Noi lavoratori veniamo massacrati da questi maiali e dai loro servi e, oltretutto il fatto è che...: "Sempre alegri bisogna stare ché il nostro piangere fa male al re, fa male al ricco e al cardinale, diventan tristi se noi piangiam"

1 commento:

  1. Ma... è la solita storia come quelli che hanno votato il nano plastificato,e nè subiscono le conseguenze! lostesso gli operai che prendono la tessera di sifatti sindacati (cisl uil) .provate a non pagare più le deleghe evedrete che cmbia la musica.. e se cambia...

    RispondiElimina