20 marzo 2009

Razza italiana

Francamente, essere razzisti è brutto. Vivere in un paese razzista è ancor peggio. Vivere in un paese razzista in cui i razzisti sono al governo è molto peggio. Vivere in un paese razzista, governato da razzisti e sempre più incamminato in direzione dell’apartheid ce lo possiamo permettere solo noi italiani. Se ne sono accorti anche all’ONU, un posto nel quale sono abituati a camminare con gli occhi chiusi di fronte ai potenti della terra. Siamo razzisti, forse lo siamo sempre stati, certamente lo diventeremo sempre di più. Lo sono i politici, lo sono i loro servi giornalisti, lo sono i loro leccapiedi, lo è la polizia, lo è la borghesia italiana, “la più ignorante d’Europa”. Lo è la massa teledipendente, che tra cantanti, ballerini, sgualdrine e nani (sto parlando della classe politica), si beve le notizie distillate di razzismo confezionate per eccitare l’odio popolare e distogliere l’attenzione dalla miseria quotidiana, questa sì, tutta italiana

3 commenti:

  1. Dalli all'untore, da sepre parola d'ordine dei potenti per fottere i deboli.

    RispondiElimina
  2. Quindi meglio essere dei riferimenti credibili col proprio esempio.

    RispondiElimina
  3. L'ONU ha scoperto l'acqua calda; speriamo presto che ci informino della scoperta della ruota.

    RispondiElimina