04 aprile 2009

La cartina di tornasole

Come al solito, dopo una grande manifestazione, è difficile capire qualcosa dai numeri. La CGIL dice 2 milioni e settecentomila persone, la polizia dice duecentomila. Visto e considerato che la polizia fa parte integrante del blocco ideologico fascista che ha preso il potere in questo paese, tendo a credere sempre esattamente il contrario di quello che dicono i gendarmi del potere, tuttavia, anche guidato da questo faro illuminante non posso non mantenere un atteggiamento di sanissimo scetticismo anche su quello che dice la CGIL.

Per fortuna, tempo fa ho trovato un infallibile criterio per capire se le manifestazioni vanno bene o male: basta guardare chi viene mandato a fare dichiarazioni da parte del blocco fascista. Se mandano gente seria che sa parlare e capisce quello che dice (sempre che riescano a trovarla), allora la manifestazione è andata male, se mandano i soliti che non hanno nulla da perdere, perché tanto non hanno dignità da difendere, che parlano citando a memoria frasi che non capiscono, che hanno la faccia come il culo, allora la manifestazione è andata bene.

Ecco l’elenco di coloro che hanno fatto dichiarazioni da parte del blocco fascista: Gasparri, Cota, Brunetta: secondo voi si tratta di persone serie?

Nessun commento:

Posta un commento