28 agosto 2009

Saprofilia

Censura, razzismo, egoismo, ignoranza, corruzione, immoralità, clericalismo, distruzione del senso civico, incapacità dell’opinione pubblica di accorgersi della crisi inarrestabile della “democrazia”. Cosa sta diventando l’Italia? Molti ci poniamo questa domanda.

L’Italia è abitata, governata, da un marcescente organismo saprofilo che l’ha trasformata nel suo ambiente vitale elettivo.

Un organismo che vive della distruzione, del degrado, della corruzione. Un mostruoso organismo spinto da una pulsione tanatofila, da una cupidigia di marciume, da una voluttà di degrado.

Un organismo malato e prossimo alla morte che distrugge tutto prima di andarsene, costretto dall’immanenza della sua decomposizione: «voleva che la sua roba  se ne andasse con lui, disperata come lui».

1 commento:

  1. volendo, bisognerebbe fare un'analisi storica dalla nascita dell'Italia fino ad oggi, ricordando che il trasformismo è stato presente fin dai primi governi dopo il 1870.
    volendo, dovremmo parlare del fatto che in Italia, storicamente, non abbiamo avuto nessuna rivoluzione, né vinta né persa, come accaduto a tanti altri stati europei e non.
    volendo, potremmo ricordare che ci siamo tenuti un partito, la DC, al governo per 40 anni più o meno con le stesse persone, al netto dei decessi.
    volendo, dovremmo ricordare che in Italia i poteri occulti, tanto occulti non erano.
    se non è così, hanno messo qualcosa nell'acqua.

    RispondiElimina