29 settembre 2009

Pesi e misure

Il presidente della squadra di calcio di Agrigento, dopo aver dichiarato che un mafioso era suo “amico fraterno”, ha subito il DASPO per 5 anni (non potrà entrare negli stadi). Sacrosanto!

Cosa avrebbero dovuto fare a chi dichiarò che un boss mafioso era “un eroe”?

Anche a lui hanno dato cinque anni. In Parlamento, naturalmente.

Nessun commento:

Posta un commento