05 ottobre 2009

La grande manifestazione del PDL

Mentre ormai nessuno più dubita del fatto che si dovrà tenere la grande manifestazione del PDL a sostegno di Berlusconi, qualche dubbio serpeggia ancora su tre importanti questioni collegate.

1) Anzitutto i temi su cui orientare la grandiosa adunata di massa. Essendo una manifestazione del Partito della Libertà, si chiederà libertà di escort, libertà di corruzione di giudici, libertà di compravendita di “giornalisti”, libertà di censura delle trasmissioni sgradite. Naturalmente tali libertà non potranno essere assicurate a tutti. Un apposito “Lodo” è già pronto per limitare tali libertà a una sola persona; lo slogan è già pronto “Silvio Libero”, anche se qualcuno esprime qualche dubbio su eventuali messaggi subliminali.

2) Un’altra questione è quella della data, ma un mio amico ha provveduto proponendo il 28 ottobre, riscuotendo grandi e unanimi consensi.

3) Infine, la questione più importante: i numeri. In frenetiche riunioni si sta decidendo quanti saranno gli italiani presenti alla manifestazione. Feltri ha già preparato la prima pagina del “Giornale” con il titolo «40 milioni di italiani in piazza per Silvio». Per non essere da meno, Fede ha già girato il servizio di punta del TG4 in cui si afferma che «quasi 60 milioni di italiani erano presenti alla grandiosa manifestazione di libertà». Vistosi messo alle strette, il direttore del TG1, Minzolini, ha preparato un editoriale sobrio e imparziale nel quale sottolinea come «più di ottanta milioni di italiani hanno manifestato per urlare a pieni polmoni il loro amore e la propria devozione a SILVIO BERLUSCONI» (il direttore sta cercando una maniera per far sentire le maiuscole tramite la voce). Tuttavia il centro comunicazioni del PDL esprime qualche lieve perplessità, qualcuno potrebbe pensare che i liberi giornalisti di proprietà del premier diano notizie leggermente esagerate.

Nessun commento:

Posta un commento