25 dicembre 2009

Servi di uno e di nessun altro

Se il papa avesse al suo servizio un Bonaiuti o un Capezzone, staremmo freschi. Oggi riempirebbero i telegiornali per dire a tutto il mondo che la donna malata di mente che ha tentato di aggredire il papa è stata mossa non dai suoi fantasmi psichici ma dal "clima d'odio" che avvolge il pontefice.
Se il papa avesse al suo servizio un Bonaiuti o un Capezzone, ci direbbero che la colpa è di tutti quelli che osteggiano il papa. Darebbero la colpa agli ebrei che hanno criticato la decisione di canonizzare Pio XII, darebbero la colpa ai liberi pensatori, che criticano la dogmaticità di questo papa, darebbero la colpa ai dissidenti interni della chiesa che chiedono un ritorno alla stagione conciliare.
Se il papa avesse al suo servizio un Bonaiuti o un Capezzone, le loro dichiarazioni a reti unificate ci istruirebbero sul fatto che il clima d'odio deve essere messo da parte e che, di conseguenza, tutti dovremmo diventare cattolici e papisti, gli ebrei dovrebbero convertirsi, idem gli islamici, per non parlare degli atei che dovrebbero entrare negli ordini religiosi e fare penitenza tutta la vita.
Se il papa avesse al suo servizio un Bonaiuti o un Capezzone... Ma, grazie al cielo, di Bonaiuti e Capezzone non ce ne sono altri e, quelli che ci sono, sono già servi di qualcun altro.

Nessun commento:

Posta un commento