25 gennaio 2011

Peni e pene (plur.)

La telefonata isterica a Gad Lerner da parte di Silvio Berlusconi non può non suscitare preoccupazione. Non tanto per l'uomo che, evidentemente sta scivolando verso la totale alienazione mentale, tanto da far sospettare che gli abusi abbiano provocato conseguenze neurologiche, quanto per ciò che questi episodi manifestano.
La cosa più grave successa ieri sera non è stata la sequela di contumelie contro Lerner (di cui ammiro la pazienza, io lo avrei mandato affanculo dopo la prima parola) quanto il modo in cui Berlusconi si è rivolto a Iva Zanicchi, parlamentare europea, trattandola da serva, anzi, da sguattera.
È questo un gesto che rivela non solo la considerazione della donna da parte del utilizzatore finale, ma che rivela soprattutto la considerazione della politica da parte del padrone del PDL. Lui ha pagato! Ha pagato per tutto, per il partito, per far cadere Prodi, per vincere le elezioni, per sopravvivere a un voto di fiducia. Lui ha pagato, quindi è tutta roba sua, comprese le persone, anzi, soprattutto le persone. Una visione padronale che si estende alle televisioni, alla scuola, all'università, al paese intero. Tutti noi siamo roba sua. Ecco perchè in questi giorni soffre tante pene e ha perso il bene dell'intelletto, non capisce come mai tutta questa roba sua gli si stia rivoltando contro.

Nessun commento:

Posta un commento